Premio dei Tabernacoli 2024 – richiesta Bozzetto

Alla Cortese Attenzione degli Artisti operanti nei territori Senesi

Oggetto: realizzazione Premio Settantesima edizione Premio dei Tabernacoli

La nascita: l’iniziativa fu del settimanale “Il Campo di Siena” che nell’anno Mariano indisse un concorso a premi al quale dettero subito il loro appoggio l’Azienda Autonoma di Turismo e l’Ente Provinciale di Turismo. L’eco di questa manifestazione popolare trovò sensibile soprattutto il popolo delle contrade i cui dirigenti aderirono con entusiasmo alla organizzazione. Mercoledì 8 settembre 1954 ebbe luogo questa bella manifestazione per la più degna celebrazione della festa della natività di Maria Santissima, e furono decorati i tabernacoli secondo lo spirito della nostra antichissima tradizione popolare. Era ed è tuttora una gara fra i tabernacoli di contrada, e già da allora il Comitato Amici del Palio dette una fondamentale collaborazione al Comitato Organizzatore.

Il consolidamento: nel 1960 il giornale rivolse allo stesso Comitato l’invito perché assumesse la gestione ed il patrocinio di questa festa. In questo stesso anno per i componenti della Commissione dare un giudizio su tutti fu un compito davvero molto difficile, fu fatto un lungo elenco e rivolto un plauso a tutti i bambini che contribuirono alla riuscita della festa. Oggi questa ricorrenza è ravvivata in ogni rione con l’allestimento di altarini sotto il tabernacolo, con lampeggiare di luci, colori e decorazioni, con bandiere, braccialetti, festoni di alloro, palloncini, catene di ghirlande colorate, anelli di carta, e lampioncini con vecchie fiammelle in pignattelle o vivaci lampade colorate. Sotto di esso tanti bambini, attori principali, guidati ed incoraggiati dai grandi, ed è bellissimo vedere in quest’occasione i nostri piccoli all’opera, come tanti operai in un cantiere, che effettuano i loro giochi intorno all’immagine di Maria, ed alla celeste Signora della città rivolgono il loro canto: “O Maria la tua Siena difendi…”

Il Settantesimo Anniversario: il Comitato Amici del Palio è lieto di offrire il Premio per la settantesima edizione, per realizzare il quale lancia un concorso aperto a tutti gli artisti operanti nei territori della Provincia di Siena, per partecipare sarà necessario inviare un bozzetto particolareggiato dell’opera cartaceo o in formato .pdf (contenente gli stemmi del Comitato Amici del Palio e del Magistrato delle Contrade) con il quale si descriverà il materiale utilizzato, il costo di realizzazione ed il messaggio che vorrà trasmettere l’opera stessa, la scelta del bozzetto vincitore verrà effettuata all’interno dell’ultima seduta del Consiglio del Comitato possibile prima della stagione Paliesca, con le modalità decise dal Consiglio stesso, l’opera commissionata poi dovrà essere realizzata e consegnata al Comitato Amici del Palio entro e non oltre il 30 novembre pv.

Per ulteriori informazioni scrivere a info@comitatoamicidelpalio.it oppure consultare la sezione del premio dei tabernacoli nel nostro sito www.comitatoamicidelpalio.it

Sperando che questa iniziativa abbia il successo che riteniamo si meriterebbe vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

Il Segretario                                                                               Il Presidente

Gabriele Bartali                                                                        Emiliano Muzzi

Clicca qui per scaricare il file

Festa dei Tabernacoli 2023 – Vince la Nobile Contrada del Nicchio

Tabernacoli 2023: Vince la Nobile Contrada dell’Aquila
Venerdì 8 dicembre 2023, dopo l’apertura delle buste da parte della commissione giudicatrice abbiamo avuto il piacere di proclamare i bambini della Nobile Contrada del Nicchio vincitori della Festa dei Tabernacoli 2023.
Qui sotto le foto dei bambini premiati, del premio realizzato dall’arte dei Vasai ed offerto dagli Archivisti delle 17 Contrade e del Tabernacolo Vittorioso.

Banchetto del Comitato Amici del Palio del 1° Dicembre

Venerdì 1° Dicembre 2023 abbiamo deciso di riunirsi a convivio per il nostro banchetto annuale nella bellissima Sala della Suvera, prima della cena ci siamo ritrovati in saletta per l’ormai tradizionale estrazione dei barberi (dipinti da Aldo Giannetti) che sono poi andati a decorare il nostro albero di Natale. Di seguito alcuni scatti della serata, impreziosita dalla presenza, dalla voce e dalla chitarra dell’amico Franco Baldi, che ha intrattenuto i presenti dopo il commosso discorso del Presidente.

Gita del Comitato a Massa Marittima – 4 Novembre 2023

Alla fine di tutte le manifestazioni paliesche, già da qualche anno il Comitato Amici del Palio organizza una gita in luoghi appartenuti all’antica Repubblica Senese. Anche nei primi anni successivi alla sua fondazione del 1947 venivano organizzate “delle scampagnate” con mogli e figli al seguito, come quella al cippo di Montaperti del 1951 e a San Galgano del 1953. Dopo aver visitato negli anni passati Paganico, Talamone e Montalcino, quest’anno ci siamo recati a Massa Marittima.

Montalcino e Massa Marittima fanno parte del nostro corteo storico, con un tamburino, un vessillifero, e quattro arcieri il primo e con tre balestrieri il secondo.

Ritrovo alle 8,45 al parcheggio ex “campino di san Prospero”, che per i pensionati come me è di prima mattina, e partenza alle 9 precise con un bel gruppo composto dagli attuali e dagli ex componenti del Comitato.

Giunti a destinazione abbiamo visitato il complesso museale di San Pietro all’Orto ubicato dietro la chiesa di Sant’Agostino, dove abbiamo ammirato pezzi di arte sacra e l’antica e meravigliosa pala d’altare “Maestà di Ambrogio Lorenzetti” del 1335. Guida d’eccezione il prof. Gabriele Fattorini storico dell’arte, ex membro del Comitato e Vicario della nobile contrada dell’Aquila, il quale ci ha spiegato con tanta professionalità e con altrettanta passione queste bellissime opere.

Finita la visita museale la successiva tappa è stata al Cassero Senese unito con un’arcata alla torre del Candeliere, e lì, sotto il muraglione di fronte alla porta delle Silici prima foto di gruppo dove da secoli campeggia il nostro orgoglio, lo stemma bianco-nero della Balzana.

A tarda mattinata ci siamo spostati in piazza Garibaldi, sede del palazzo Comunale e del Podestà e della cattedrale di San Cerbone, all’ingresso della quale ci aspettava l’Autorità Ecclesiastica della diocesi. Con molta cordialità ci ha accolto e ringraziandoci per gli omaggi, ci ha trasmesso il suo apprezzamento per il forte legame e l’amicizia, al di là della rivalità nella corsa, che esiste tra tutte le contrade di Siena. Ci ha poi accompagnati nella cappella terminale di sinistra dove è esposta la pala della “Madonna delle Grazie” di Duccio di Buoninsegna del 1316; lì, abbiamo deposto sull’altare, quale omaggio alla Madonna, un mazzo di fiori con un nastro bianco-nero, ed un cero votivo (dipinto magistralmente dallo stesso Aldo Giannetti, ndr)

con lo stemma del Comitato con impresse le date 1947 e 2023.  Al termine abbiamo visitato tutto il complesso, beneficiando ancora delle superlative spiegazioni del prof. Fattorini. Uscendo dalla bellissima cattedrale in stile romanico, costruita a cavallo tra l’XI e il XII secolo, non poteva mancare un’altra foto di gruppo sulla scalinata centrale di accesso.

Lasciata piazza Duomo, prima del pranzo, sosta alle vicine Fonti dell’Abbondanza per ammirare il famoso dipinto dell’albero della fecondità.

L’ora ormai tarda e la fame incombente ci ha fatti incamminare verso il ristorante, organizzato dall’ex componente Massimo Sambucci, dove ci attendeva un ricco pranzo. Non sono mancati vari cori come “Nella piazza del Campo” e soprattutto “la marcia del Palio” cantati a squarciagola, stimolando la curiosità dei ristoratori e dei passanti.

Quando siamo usciti dal locale era quasi l’imbrunire, ma la gioia e la felicità di aver passato tra amici questa giornata era immensa. Cosa dire di più: “W Siena W le Contrade e W Il Comitato”, e… tranquilli… stiamo già pensando di visitare qualche altra località di città, terre e castelli dell’antica Repubblica Senese per il prossimo 2024.

Ado Giannetti

Di seguito alcuni scatti della Gita a Massa Marittima effettuati dai membri Leonardo Del Porro, Andrea Finetti e Nicola Pilli

               

XLVIII Manifestazione Giovani Alfieri e Tamburini

Martedì 17 ottobre, nella Sala delle Vittorie della Contrada della Torre, è stata presentata la XLVIII edizione del Minimasgalano, nel 50esimo anniversario dalla prima volta (i due anni successivi non fu riproposta). L’opera che andrà in premio alla comparsa vittoriosa, è stata offerta e realizzata con la collaborazione dell’arte dei vasai da Vittorio Bocci, Ferrer Mirolli e Lucia Giabbani, coloro che hanno inventato questa manifestazione nel 1973.


Per festeggiare anche i 40 anni da quando le sbandierate vengono fatte in piazza del Campo è stato annunciato un ulteriore premio, realizzato da Laura brocchi e offerto dall’allora Presidente dei Piccoli Torraioli Roberto Barbagli, che verrà svelato sabato.

La Commissione Giudicatrice è composta dagli Alfieri Giovanni Sportoletti (Drago), Umberto Sampieri (Civetta), Lorenzo Lorenzini (Tartuca) e dai Tamburini Marco Ceccherini (Pantera), Michele Pieri (Bruco), Antonio Fattorini (Nicchio ) e dal membro interno torraiolo Timoteo Redditi, l’appuntamento è per Sabato 21 Ottobre alle ore 16.30 in Piazza del Campo.

 

Tabernacoli 2023

Foto prima del giro dei Tabernacoli della  Commissione del Premio dei Tabernacoli 2023 composta dal Rettore del Bruco Stefano Donnini, dal Correttore dell’Oca Pier Luigi Colleoni, il rappresentante del Comitato Amici del Palio, il tartuchino Lorenzo Lorenzini, il rappresentante dell’Amministrazione Comunale Davide Ciacci, la rappresentante dell’Amministrazione Provinciale Angela Carapelli, la rappresentante  della Soprintendenza Maria Gabriella Carpentiero, la rappresentante del Liceo Artistico Duccio di Boninsegna Maria Stanco insieme al Presidente del Comitato Amici del Palio (il Segretario ha scattato la foto)

Il Masgalano 2023 è stato vinto dalla Contrada della Torre

La Commissione Giudicatrice del Masgalano 2023, dopo lo spoglio dei risultati delle passeggiate storiche del 2 Luglio e del 16 Agosto 2023 ha decretato la comparsa della Contrada della Torre vincitrice del Masgalano offerto dagli Archivisti delle 17 Contrade.